Supponiamo di essere un mobile con tantissimi cassetti, di quanti di questi conosco il contenuto? di due, di tre...e gli altri?
il teatro attinge agli altri cassetti, i cassetti ancora chiusi e ci mostra il nostro grande potenziale di trasformazione.

 

"...cammino...cambio leggermente il ritmo...la mano destra mi ciondola in modo strano...sento il sopracciglio che si alza, il mio viso prende una forma diversa...le spalle salgono leggermente...

provo a dire due parole e la voce non è la mia...oddio...
sono io ma non sono io..."

 

  • Facebook Classic
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now